Raid aereo israeliano contro esercito siriano a Qutayfa

0
714
Forze Aeree Israeliane

Nella mattinata di mercoledì 22 febbraio aerei da guerra israeliani hanno sorvolato il confine siro-libanese nella regione della Biqa‘ settentrionale per poi lanciare alcuni missili contro postazioni dell’esercito siriano a Qutayfa, 40 chilometri da Damasco. Lo riferiscono fonti interne alle forze di sicurezza siriane riportate da al-Mayadeen. Stando a quanto dichiarato, non ci sarebbero stati danni a cose o persone.

Attorno alle 3 del mattino due aerei da guerra israeliani erano stati più volte avvistati mentre sorvolavano a bassa quota la città libanese di Ba’albek e dintorni. Sebbene gli aerei israeliani abbiano violato anche lo spazio aereo libanese, gli attacchi non hanno interessato il paese dei cedri, colpendo solamente postazioni militari siriane.

In precedenza l’agenzia russa Sputnik aveva riferito di un attacco delle forze aeree israeliane a Jarrud Nahle, posizionata nei monti di Qalamun al confine tra Siria e Libano. Tuttavia, in mattinata l’ufficio stampa dell’esercito siriano ha lanciato un tweet in cui ha dichiarato infondate le notizie secondo cui «raid aerei israeliani avrebbero colpito Jarrud Nahle, postazioni della Resistenza libanese nella catena dell’Anti-Libano e nel versante siriano di al-Qalamun».

Le violazioni dello spazio aereo libanese da parte di aerei da guerra israeliani sono una prassi, così come i raid compiuti contro postazioni militari in territorio siriano. L’ultimo episodio risale al 20 novembre 2016 quando aerei del Heyl Ha’Avir avevano colpito l’area di al-Sabura, nella periferia di Damasco, senza causare vittime.

La catena montuosa dell’Anti-Libano, rappresenta una sorta di confine naturale tra il Libano e la Siria. Un’area impervia, scarsamente popolata e, per queste ragioni, altamente permeabile al flusso di jihadisti che fanno spola tra i due paesi. Sin dal 2011, questa regione ha testimoniato pesanti scontri tra i gruppi armati in lotta contro Damasco e le forze di sicurezza siriane e libanesi che cercano di controllare il confine. Importante è il supporto fornito dalle truppe di Hezbollah sul versante siriano, dove sono giunti i raid israeliani.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here