La Banca Africana di Sviluppo annuncia nuovo piano paese per il Senegal

0
660

 

Lo scorso 14 settembre, la Banca Africana di Sviluppo ha approvato il nuovo piano economico per il Senegal per il periodo 2016-2020. La nuova strategia è incentrata su due pilastri: il supporto alla produzione agricola ed il rafforzamento della infrastrutture nel campo energetico e dei trasporti. I fondi messi a disposizione si aggirano intorno al milione e mezzo di dollari e verranno spalmati lungo i cinque anni, aggiungendosi a quelli già stanziati da altri programmi di altre organizzazioni economiche.

La lunga collaborazione tra la Banca Africana di sviluppo ed il Senegal, iniziata nel 1972, ha permesso lo sviluppo di una politica economica di lungo periodo. Infatti, in questi quarant’anni questo legame si è consolidato ed ha reso possibile lo sviluppo di nuove strategie; il piano lanciato nei giorni scorsi è solamente l’ultimo di una serie di ben sessantasei progetti nazionali che hanno coinvolto vari settori con un investimento totale di oltre un miliardo di dollari. La maggior parte di queste risorse sono andate a finanziare la costruzione di nuove infrastrutture ( il 39,4% del totale), mentre sono stati minori gli interventi nel campo delle politiche sociali (il 21,3%) e dello sviluppo agricolo (il 18,7%).

L’economia senegalese nel 2015, secondo i dati forniti dallo stesso istituto finanziario, è cresciuta con un tasso del 5,1% e si prevede che questa crescita rimanga costante nei prossimi due anni. La gestione delle finanze pubbliche da parte di Dakar è coerente con le linee guida indicate dalla West African Economic and Monetary Union (WAEMU), un’organizzazione economica regionale. Le principali tematiche di natura economica che interessano il Senegal, di cui si occupa la Banca Africana di Sviluppo, riguardano la diversificazione dell’economia e la sostenibilità della crescita economica. In Senegal, lo sviluppo economico  sta determinando un importante fenomeno legato alla migrazione interna, infatti la popolazione rurale si sta sempre più spostando verso la città, attratta dalla possibilità di trovare nuove opportunità lavorative. Questo fenomeno comporta la necessità di implementare delle politiche di sostenibilità della gestione dello sviluppo urbano, in modo tale da avere una gestione efficiente delle risorse. Il lavoro della Banca Africana di Sviluppo è volto proprio a proporre delle politiche di lungo periodo che siano utili ad affrontare i problemi legati alla crescita economica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here