Il ruolo di Al Qaeda in Yemen rischia di imbarazzare gli Stati Uniti

Quando il 30 aprile scorso Qasim al-Rimi, al vertice della rete di Al Qaeda nella penisola arabica, affermò nel corso di un’intervista rilasciata ad al-Malahem (parte del circuito mediatico riconducibile alla stessa Al Qaeda) che le unità al suo comando erano “adesso alleate degli Stati Uniti del governo legittimo...

Iran e USA si confrontano ad Al-Tanf

Il 18 maggio, aerei americani hanno attaccato truppe iraniane ausiliarie che si dirigevano verso l’area di al-Tanf, importante posto di frontiera siriano con l’Iraq, tenuto da milizie ribelli dell’Esercito Libero Siriano e impiegato da consiglieri USA per l’addestramento delle milizie della zona sud-orientale della Siria allo scopo di orientarle...

La Siria e la vittoria di….

Russia, Iran, Turchia e Assad si rafforzano dopo Astana. tracciando una soluzione politica per la Siria. La presenza dei rappresentanti siriani e dei ribelli, con l’esclusione delle forze jihadiste e Daesh, ha permesso di arrivare a un risultato concreto, costituito dalla creazione di quattro zone di sicurezza in Siria....

Il porto di Hodeida è il prossimo obiettivo dei sauditi in Yemen

Il porto di Hodeida ha sempre rivestito un’importanza cruciale nell’economia dello Yemen, soprattutto in conseguenza della sua posizione strategica nel Mar Rosso, atta a favorire l’accesso più diretto in direzione delle province settentrionali e soprattutto della città di Sana’a. Hodeida è di fatto il secondo porto dello Yemen, dopo Aden,...

Accordo ad Astana per il cessate il fuoco in Siria

Dalla mezzanotte del 5 maggio è entrato in vigore l’accordo sottoscritto ad Astana dalla Russia, l’Iran e la Turchia per la creazione delle zone di de-escalation in Siria, cui hanno aderito – come osservatrici – solo alcune delle fazioni coinvolte nella guerra civile che si protrae nel paese da...

Libano al bivio

Il Libano fluttua nell’ennesimo pantano politico. L’attuale parlamento, eletto nel 2009 e prorogato ben due volte, nel 2013 e nel 2014, arriverà a scadenza il prossimo 21 giugno senza essere riuscito, a distanza di quattro anni dalla sua scadenza naturale, a realizzare ciò che giustificava la duplice estensione: raggiungere...

Sul nucleare iraniano Trump abbaia ma non morde

È passato quasi sotto silenzio il rinnovo da parte degli Stati Uniti della sospensione delle sanzioni all'Iran lo scorso 18 aprile, quando, con una lettera inviata nella tarda serata dal Segretario di Stato Rex Tillerson al presidente della Camera dei Rappresentanti Paul Ryan, l'amministrazione Trump ha ufficialmente certificato il...

Al via la campagna presidenziale in Iran

  Terminate le lunghe vacanze del now ruz – il capodanno persiano che cade il 21 marzo – l’Iran si risveglia dal torpore delle festività ed entra nel vivo del dibattito politico per le elezioni presidenziali del prossimo 19 maggio. Lo storico accordo sul nucleare, che ha determinato la revoca delle...

Il Pakistan a sostegno dell’Arabia Saudita nella crisi yemenita

Secondo un recente rapporto apparso su Middle Eastern Eye, su richiesta di Riyadh il Pakistan sarebbe pronto a intervenire nella crisi in Yemen, schierando truppe dell'esercito lungo il confine meridionale con l'Arabia Saudita, al fine di contenere eventuali attacchi dei ribelli Houthi. In un recente incontro con il Vice Primo...

Il “nodo” Kirkuk tra Ankara, Arbil e Baghdad

La cosmopolita città di Kirkuk torna a essere al centro delle tensioni tra i governi di Arbil, Baghdad e Ankara. Se i curdi e gli iracheni discutono sulle risorse petrolifere della provincia, i turchi alzano il tiro sul futuro assetto della provincia. La Turchia non ha evidentemente gradito le...

Articoli più recenti

Gli Stati Uniti progettano una nuova strategia per la Libia

  In modo alquanto sorprendente, il 10 luglio scorso alcuni funzionari della Casa Bianca hanno annunciato la possibile definizione di una nuova politica nei confronti...

Ultimatum al Qatar