La politica estera della Mauritania tra sicurezza ed economia

0
274

Il ministro della Difesa della Mauritania, Diallo Mamadou Bathia, ha annunciato la firma di un accordo di cooperazione militare con l’Arabia Saudita. In questo modo si cerca di rafforzare il legame tra i due Paesi e rilanciare il ruolo dell’Arabia Saudita in Africa Occidentale. La Mauritania cerca di rafforzare le alleanze con gli alleati storici e stemperare la tensione con il vicino Marocco.

Tale accordo prevede dei programmi di addestramento per il personale militare mauritano e dei particolari impegni riguardo la fornitura di attrezzature. Inoltre, si prevedono degli impegni congiunti riguardo lo scambio di informazioni e la cooperazione in ambito medico. Questa intesa si inserisce nel programma di rafforzamento voluto dal governo di Nouakchott per la creazione di un nuovo clima internazionale, volto ad attrarre maggiormente gli investimenti stranieri nel Paese. Il ruolo storico che ha avuto l’Arabia Saudita nelle relazioni internazionali della Mauritania è di grande rilevanza; nei primi anni ’80 infatti, grazie alla mediazione del Regno Saudita, era stato possibile riallacciare i rapporti diplomatici con il Marocco. Questi si erano deteriorati dopo vicendevoli accuse di un essere coinvolti nella destabilizzazione dei rispettivi Paesi.

Il forte legame che unisce la Mauritania e l’Arabia Saudita era già stato ribadito in occasione dei festeggiamenti del 56esimo anniversario dell’indipendenza della Mauritania, tenutisi lo scorso dicembre, ai quali aveva preso parte un’importante delegazione di imprenditori sauditi. In tal senso, la disponibilità del governo mauritano nell’incentivare lo sviluppo di accordi economici sottintende la volontà di avere vantaggi in termini di sicurezza. La Mauritania cerca quindi di rafforzare le relazioni con i suoi alleati. Tra questi vi è anche la confinante Algeria, con la quale recentemente è stato raggiunto un accordo per l’apertura di un nuovo valico di frontiera. La volontà è quella di aprire nuovi punti di collegamento tra Africa sub-sahariana e Africa mediterranea, al tempo stesso il Marocco teme che questo tipo di accordi possano in qualche modo ledere gli interessi di Rabat. Infatti, il rischio è che un miglioramento delle condizioni economiche possa comportare ripercussioni sul piano della sicurezza. Nonostante ciò, lo stesso Mohammed VI ha voluto tranquillizzare il presidente Aziz ribadendo la sua volontà di continuare a mantenere saldi rapporti con la Mauritania. In modo particolare, il monarca marocchino ha voluto tranquillizzare la comunità internazionale sul fatto che non è in alcun modo messa in dubbio la sovranità e l’integrità del territorio della Mauritania. Tale chiarimento è stato necessario dopo che Hamid Chabat, segretario del partito marocchino Istiqla,l si era riferito ad alcuni territori mauritani come parte integrante del Marocco.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here